Le Scuole

Nevio-Galeotti-le-scuole

Già nel 1918, per dotare il paese di un nuovo edificio
scolastico, visto che la vecchia sede nel Palazzo Comunale
(Palazzo Mengoni) non offriva più la capienza necessaria
per accogliere le numerose scolaresche, si effettuò una
permuta fra la Parrocchia ed il Comune: al Comune passava
la vecchia chiesa sul poggio e la Parrocchia poteva inse-
diarsi in perpetuo nella Chiesa S. Maria già dei Servi.
Nove anni dopo nel 1927, il vecchio complesso parroc-
chiale fu demolito per far posto alle Scuole Elementari
G. Mengoni su disegno dell’Ing. Remigio Mirri che rispettò
la struttura di base della vecchia chiesa; a tale scopo
fu contratto un mutuo di L. 195.000 con la C.Dep. e Prestiti.

Il cambiamento del paesaggio
L’introduzione delle macchine nel processo produttivo hanno
fatto scomparire ” Al pianté ” dove le viti trovavano so-
stegno su olmi ed aceri, i frutteti sono ora rinnovati ra-
pidamente con supporti in cemento o metallici. Il paesaggio
agrario tradizionale rappresentato dalle piantate interval-
late dai ” Murèll” è stato sostituito da superfici vaste a
monocoltura, generalmente frutteti.

Nevio-Galeotti-le-scuole

Comments are closed.